L’importanza di chiamarsi Pasquale

Porto il nome di mio nonno.

Porto il nome di un partigiano.

Mio nonno non l’ho conosciuto per tre mesi.

Mi manca mio nonno.

Ma sento che mi ha lasciato il Dna come eredità.

E quel senso di libertà da soprusi e potenti, da dittatori e arroganti.

Porto il nome di mio nonno Pasquale.

Porto con me il suo essere partigiano.

Informazioni su La Mosca

Presunto(so) giornalista, in realtà disoccupato
Questa voce è stata pubblicata in giornalettismi, Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...