Dora

Questa è una storia che non ha ancora una fine. E che non avrà fine neanche quando e se ci sarà una risposta certa ai tanti quesiti rimasti irrisolti. Per cronaca ho dovuto, e voluto, raccontare, cosa sia avvenuto – o si ipotizza sia avvenuto – in via di Giura a Potenza, la notte tra venerdì 8 ottobre e sabato 9. L’ho fatto da sabato mattina, da quando, dopo aver sentito un’amica di Dora, mi è stato detto: “Impossibile sia suicidio”. Ho pensato di vederci chiaro, di pensare ad altre ipotesi. Magari raccontarle.

E allora questa è la storia di Dora. Di chi la conosceva prima e di chi l’ha conosciuta solo attraverso foto e parole. E di chi pensa di conoscerla attraverso le ultime stories su Instagram. Persone vacue. Spettatori di altre vite. In realtà è una storia di lacrime di chi davvero la conosceva. Di chiacchiere di invece millanta che la conoscesse. Questa è la storia di una ragazza che amava la vita, che amava farsi volere bene. Non entro e non posso farlo, per ora, nei meandri della storia d’amore con il suo fidanzato. Lo faranno – devono – gli inquirenti.

Questa è una storia che difficile da raccontare, perché è facile cadere nel giudizio e nel pregiudizio. Nel chiacchiericcio o nell’ipotesi facile. Quella ovvia, quella che dimentica i nodi della vita. E invece andrebbe raccontata dalla parte più difficile. Dal dolore. Quello traspare, silenzioso, da chi amava davvero Dora, da amici che l’hanno vissuta, da chi ha incrociato i suoi sguardi, da chi ha semplicemente gioito con lei, per un suo successo. Dal dolore di una famiglia, di due genitori svuotati, da una sorella alla quale è stata strappata l’altra parte di sé.

Questa è una storia che non avrei mai voluto raccontare, una cronaca che ha scatenato il circo mediatico e fatto calare il sipario sui sentimenti veri. Ma che andava raccontata per non far calare il sipario sulla verità. Qualsiasi essa sarà.

Informazioni su La Mosca

Presunto(so) giornalista, in realtà disoccupato
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...