Luigi

La stretta di mano vigorosa e un sorriso bonario. Un ossimoro o forse semplicemente un uomo buono che sapeva però quando mostrare il carattere duro. Ma quell’animo di persona d’altri tempi lo si vedeva spuntare dallo sguardo anche nei momenti più drammatici. Anche se gli occhi erano concentrati su un incendio o un incidente. Quella scintilla di cuore si sprigionava dai suoi occhi e si poggiava sulle persone in difficoltà per aiutarle senza chiedere un grazie. Mai. E senza chiedere le luci della ribalta. Luci che lui, e tutti i suoi uomini non vogliono mai, ma si meritano perché eroi. Veri.

Il vigile del fuoco nell’immaginario è sempre quell’uomo tutto d’un pezzo che sa cosa fare nel momento del bisogno e che paura non ne ha. Nell’immaginario e anche nella realtà e Luigi sembrava disegnato dal dio che ha creato i vigili del fuoco. Quel dio che ha creato i pompieri, li ha fatti coraggiosi e buoni. Luigi era buono e coraggioso. Devoto alla causa e devoto alla missione. E poco contava se indossava la divisa o meno, il dio dei vigili del fuoco gli aveva consegnato la pelle da pompiere. Così salvo una bambina che stava morendo soffocando, senza divisa e senza un nome. Un angelo ritrovato dalla mamma della piccola dopo mesi.

Luigi non voleva apparire, aveva la voce possente e la stretta di mano vigorosa. E un sorriso da uomo buono.

Una stretta di mano vigorosa e un sorriso bonario, con il casco da caposquadra ben posizionato in testa e senza paura di affrontare il pericolo, così lo immagino ancora ora. Sono sicuro paura non ne ha avuta neanche in questi giorni e se paura ha avuto l’ha stritolata con le sue mani vigorose.

Suonino le sirene per Luigi e per i suoi uomini. Battano le nostre mani per chi ha dato tanto al Vallo di Diano, scendano le lacrime per chi non potrà mai essere dimenticato.

Informazioni su La Mosca

Presunto giornalista, in realtà disoccupato
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...