L’uomo della rivalsa

andrea di maria

Alzi la mano chi, anche solo per un attimo, non abbia avuto un pizzico di orgoglio nel vedere una persona che conosce, che “sape”, in tv, sulla Rai, fare cose da artista vero. Cose straordinarie, farle con Vincenzo Salemme e farle in diretta. Non solo una persona del proprio territorio, ma proprio uno che quando lo vedi in tv, dici “questo lo conosco, è un mio amico”.

Ecco la forza di Andrea. Andrea è davvero il ragazzo della porta accanto. Anzi conoscendolo al meglio, il ragazzo del tavolino del bar a fianco, quello che alza il bicchiere di birra e invita al brindisi con un sorriso sornione. Magari da provolone (ma badate bene solo nella fase single).

Ecco la forza di Andrea, almeno nel Vallo di Diano, è l’essere quello sorridente e a disposizione. Fuori dal Vallo, invece, il suo muscolo più grande è il talento artistico. Il talento che però non è stato lasciato crescere in modo selvaggio, ma coltivato con studio e attenzione. Quel talento che lo ha portato lontano da casa a soli 14 anni inseguendo un sogno chiamato Teatro. E lo ha fatto da solo, a Napoli da adolescente, da 14enne sprovveduto e forse impaurito. Il forse è d’obbligo perché Andrea ha un aspetto del suo carattere: non fa vedere il suo lato debole. Questo perché lo si è abituato a vedere protagonista, stella della serata, ovunque vada. Magari io l’ho visto così quando a un carnevale, aveva 12 anni forse, era mascherato da preservativo. Una testa di ca…volo. E invece, invece questo proprio non è.

Non lo è perché mi va di rilevare un po’ di aspetti da dietro le quinte. Di chi, due anni fa ha rischiato di chiudere il sipario. Era Capodanno e per poco Andrea non ha lasciato spazio alla sua controfigura. Per sempre. Non una piega, non un selfie del lamento, che tanto vanno di moda. L’ho visto, piegato perché non ce la faceva a stare in piedi, non negare un selfie a un infermiere o a un altro paziente. Certo non è famoso come Savino o Leo, ma certo è non vuole essere da meno su un palco, dietro una telecamere, su un video web e soprattutto tra la gente.

Andrea ha sofferto fisicamente ma – pur se non lo ammetterà mai – soprattutto nell’anima nell’affrontare i guai, che ovviamente, ognuno di noi affronta. Tuttavia il cielo stellato nel quale brilla viene visto come un mondo magico, incontaminato. E allora vi racconto di quando ha gioito nell’essere stato scelto da Ermanno Olmi. E’ come se – se sei un giocatore di talento – per una partita di calcio importante, uno come Ferguson decidesse di metterti titolare. Oppure di quando ha sofferto all’ennesimo provino andato bene, essere stato scelto come secondi. “Per il regista sei ok, anzi saresti il top, ma…”. Ecco il ma non lo completo ma il mondo del Cinema è come il mondo del Giornalismo o qualsiasi altro mondo, spesso dietro un ma si nasconde un cognome importante, o una raccomandata non postale ovviamente. Oppure ancora quando ha capito di essere diventato un protagonista importante di Gomorra e di essere sfuggito alla Mattanza per fiction e per verità.

Andrea si è messo tutto nel suo bagaglio, si è messo le scintille che non ti aspetti, i rivali che pensavi essere colleghi, i cambi di destino dietro un ciak mancato o un click aggiunto e ha attraversato la quarta e la quinta parete insieme. Ha sbalordito critica, Salemme e pubblico con il suo Rocco Pellecchia (anche se a teatro l’ho visto interpretare il “Tronchetto della felicità” ed è stato ancor più divertente di Vincenzo nazionale), è entrato dalle tivvù nelle nostre case ed è stato ancora una volta Andrea, quello che conosco, quello che beve con me. Quello che ride e fa ridere. E mai una persona che combatte ogni giorno per portare in alto il suo nome ma anche quello di un territorio intero.

Informazioni su La Mosca

Presunto giornalista, in realtà disoccupato
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...