Primo maggio del giornalista

Moderare è un lavoro. Si paga.

Scrivere un comunicato è un lavoro. Si paga.

Avere un altro lavoro e per hobby “fare” il giornalista gratis. Si paga. In coscienza.

Vuoi un articolo o una foto per il tuo giornale? Paga.

Vuoi qualcuno che ti scriva discorsi e ti curi la comunicazione.  Paga e bene.

È sempre meglio fare il giornalista che lavorare…ditelo a chi non campa solo con questo lavoro. Certo non so cosa voglia dire lavorare…

Se c’è un premio giornalistico e chi conduce che é un giornalista (per la logica del tesserino) non si fa pagare. Vuol dire che non rispetta il cuore del premio.  Ovvero essere un buon giornalista.

Quando hai un altro stipendio o pensione e “fai” il giornalista gratis ricorda che stai rubando a uno che vive, anzi sopravvive, facendo il giornalista.

Informazioni su La Mosca

Presunto(so) giornalista, in realtà disoccupato
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...