Un Vallo di sogni: l’ingegnerattore Daniele Pugliese

Inseguire un sogno. Farlo con gli amici. Farlo anche per lavoro. Inseguire un sogno restando se stessi. Restando gli con stessi amici. Farlo con loro per lavoro. Daniele Pugliese incarna questo. Ingegnere fuori, attore dentro. E quel sogno che fa cambiare vita senza guardarsi dietro con rammarico. Ma con orgoglio.

Daniele Pugliese, salese, sta inseguendo il sogno con Casa Surace, un progetto vincente che ha radici un po’ a Sala Consilina, un po’ a Napoli.  Andrea di Maria è il volto più noto, Daniele Pugliese e Luca Andresano completano la squadra “salese”.  Simone Petrella e Alessio Strazzullo invece sono la linfa partenopea.

L’intervista a Daniele è fatta con il “tu” per l’amicizia che ci lega e dargli del Lei sarebbe stato fuori posto. Con Daniele ho girato il corto “10 agosto – C’era un lavoro”.

pugliese serie

Chi è Daniele Pugliese?

“Non potevi farmi domanda più difficile! Daniele Pugliese è un ragazzo che ancora sta cercando di capire chi è Daniele Pugliese”.

Dove nasce l’idea di Case Surace? 

“Casa Surace nasce come tutte le cose belle per gioco. Un gruppo di amici che inizia a condividere chi per lavoro e chi per divertimento la stessa passione e dopo un poco si ritrova nella stessa casa (casa Surace). Simone potrebbe replicare che lo abbiamo fatto abusivamente ma alla fine ci vuole bene. Si è dovuto abituare al fatto che ogni notte si ritrova uno di noi nel suo letto, ma per fortuna nessuno di noi russa”.

pugliese casa surace

Siete una squadra, una famiglia o nemici messi insieme per denaro?

“Forse il nostro segreto è stato quello di aver messo all’ultimo posto il denaro. Anche se da quando mi hanno rubato la macchina a luglio io l’ho messo al primo posto. Vivendo nella stessa casa siamo una famiglia. In realtà litighiamo di più per chi deve lavare i piatti che per il lavoro”.

E come entri in gioco tu?

pugliese asilo

“Ho avuto la sfortuna di incontrare Andrea Di Maria all’asilo. Sono sicuro che se non l’avessi incontrato ora ero Presidente del Consiglio. Da piccolo abbiamo condiviso tante cose: amicizia, teatro, musica e perfino danza. Lui ha trasformato questa passione subito in  lavoro e penso che può essere di esempio a tutti. Dove è arrivato è davvero solo merito suo. Pazienza e passione sono stati il suo segreto. In realtà è seduto vicino a me e mi ha costretto a scrivere queste cose”.

E il percorso di Daniele?

“A diciotto anni ho fatto altre scelte e mi sono laureato in ingegneria. Ma la passione per questo mondo non l’ho mai persa, Grazie ad Andrea due anni fa ho conosciuto Simone e poi Alessio e davvero non so spiegarlo ma mi sono ritrovato a vivere questa stupenda avventura. Non dimentichiamo Luca, il nostro amico socio che non solo ci fa da commercialista ma anche da attore. Voi non lo sapete ma la mano che si vede nel video di Amnesty international sulle spose bambine che sta girando nelle televisioni nazionali è la sua. Con orgoglio dico che quel video porta la nostra firma”.

pugliese andresano

Chi è il Temerario?

“Il temerario è un personaggio che sicuramente non ama il galateo. Ama mangiare genuino e non bada a quantità quando si cucina. Diciamo che potrebbe essere un Bear Grells di paese”.

pugliese temerario

Quanto c’è di Temerario in te?

“Io lo adoro come personaggio. Tra l’altro non si capisce dai video ma la fascia è un calzino che ormai sta fisso al lato dei fornelli. Il temerario è un buon 70% di Daniele Pugliese. Il problema è che non so chi è quell’altro 30%”.

Ingegnere o attore, cosa ti senti di più?

“Mi sento un ingegnere attore. Anche se attore è un parolone. Veramente anche ingegnere. Diciamo che entrambe le professioni si sviluppano allo stesso modo: si parte dal pensare/progettare per poi costruire/girare e alla fine vedere l’opera/video realizzata”.

pugliese ingegnere

Si può volare anche restando nel Vallo di Diano?

“Bella domanda. Io sono legatissimo a Sala e al Vallo di Diano e stiamo trasmettendo questo amore anche agli amici di Napoli. In casa si parla salese. Appena c’è la possibilità veniamo a girare nel Vallo e chissà che in un futuro non veniamo a girarci un film. Diciamo che per volare in alto bisogna allontanarsi per forza dal Vallo di Diano, ma semplicemente perché le proposte lavorative più grandi vengono da Napoli,  Roma Milano. Bisogna fare come gli uccelli: volare anche lontano ma ritornare spesso al nido”.

 Quali sono i tuoi e i vostri obiettivi?

“Per scaramanzia non dico niente”.

Cosa pensi dei “Terroni fuori sede” e dei due attori che li interpretano?

“Sono legatissimo al terrone fuori sede. In ogni video ci sta una parte di me. Pensarli e interpretarli ci viene facilissimo perché basta prendere momenti di vita vissuta.  Ogni giorno in tutte le nostre case avvengono centinaia di episodi che potrebbero diventare un video del terrone. Poi abbiamo avuto la fortuna di incontrare Bruno e Riccardo che si sono integrati velocemente al gruppo ed ora sono parte integrante. Anche se per colpa nostra non sanno nemmeno loro se sono napoletani o milanesi o baresi. Stanno perdendo l’identità!”.

pugliese terroni fuori sede

 Il video di Casa Surace del quale sei più orgoglioso?.

“La Pasqua al tempo dei social Network”.

E quello che non avresti voluto girare?

“Tutti i video dove ci sta Andrea Di Maria”.  

pugliese scena      

Sei stato il protagonista di un corto sul lavoro. Come è la situazione del lavoro valdianese? E il corto è magnifico, giusto?

“Il cortometraggio che è stato girato a Polla è davvero molto bello, soprattutto il protagonista. Ringrazio Sorrentino, Criscito e Lamattina per avermi fatto vivere questa bellissima esperienza. I ragazzi del ponte sono magnifici. In realtà il corto racconta anche la mia storia. Ci sono momenti che nella vita bisogna fare scelte coraggiose, anche rischiando! Sulla situazione lavoro nel Vallo penso che tante cose potrebbero andare meglio. Ma sono fiducioso”.

puhgliese lavoro

 Non ti ho fatto domande su Andrea di Maria. Dormirai stanotte?

“Vuoi dire Andrea De Maria forse?”

Informazioni su La Mosca

Presunto(so) giornalista, in realtà disoccupato
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...