Letterina a Babbo Natale (2014)

Caro Babbo Natale, anche quest’anno voglio tentare di farti delle richieste. Una letterina di buoni auspici. Non sono stato buono ma, la speranza che possa chiudere un occhio c’è sempre. In fondo sono cattivo ma almeno io lo ammetto…

Innanzitutto mi rendo conto che le richieste dell’anno scorso erano troppe e non potevi esaudirle tutte. Fortuna che almeno Angelo Rosciano è tornato a casa. Allora quest’anno ho deciso di farti una sola, semplice, richiesta.

Caro Babbo Natale quest’anno ti chiedo il futuro.

Ecco, sì, desidero un futuro, per chi mi circonda, per la mia terra e naturalmente per me.

E per avere un futuro quindi chiedo che il processo Chernobyl non muoia ma che mi dia risposte. La mia terra è inquinata oppure no?

E per continuare ad avere un futuro che il nostro territorio venga tutelato sempre di più. E per farlo non servono antenne o trivelle. Bastano cuore e buon senso.

Avere un futuro significa che lo sfruttamento lavorativo termini. Ovvero che nel nostro Vallo di Diano gli “imprenditori” non richiedano in dietro parte dello stipendio, o sfruttino la cassa integrazione di operai e dipendenti che comunque continuano a lavorare per loro. Però, avere un futuro alla fine, vuol dire avere un lavoro. E quindi creiamolo questo lavoro.

Avere un futuro significa avere una Sanità che funzioni. Che sia disponibile. E a volte anche semplicemente che esista.

Avere un futuro significa sconfiggere le malattie anche senza dover fare per forza centinaia di chilometri.

Avere un futuro significa vantarsi di ricevere finanziamenti per opere importanti. Per servizi per tutto il territorio e non fittizi o quanto meno utili solo vantarsi di avere cattedrali nel deserto.

Avere un futuro significa imparare dalle tragedie, non dimenticare. Caro Babbo Natale aiutaci a ricordare.

Avere un futuro, ovvero avere una rete. Ma vera. Non solo per non farsi male quando si cade ma anche per restare uniti, per creare un futuro. Insieme.

Avere un futuro significa avere una Giustizia sempre presente. Sempre giusta. O almeno che ci provi. E se fosse anche di prossimità non farebbe male.

Avere un futuro vuol dire che la Politica smetta di restare legata agli antichi valori o meglio ai soliti valori. Avere un futuro significa abbandonare le poltrone, dare spazio all’entusiasmo, non candidarsi obbligatoriamente anche se si è in carica da decenni.

Avere un futuro significa riuscire a muoversi con celerità. E quindi che scompaiano frane, barriere e burocrazia ingombrante.

Avere un futuro significa concentrarsi sulle qualità delle persone e non sull’albero genealogico.

Avere un futuro vuol dire farci conoscere. Per le ricchezze.

Avere un futuro significa sbagliare e chiedere scusa. Babbo Natale aiutami a chiedere scusa quando non sono troppo incisivo e non racconto quanto il nostro Vallo sia stupendo e pieno di ricchezze.

Ecco, caro Babbo Natale, ti chiedo semplicemente questo: un futuro. Che nasca qui e ora. E soprattutto lo faccia partendo da noi…

 

Informazioni su La Mosca

Presunto(so) giornalista, in realtà disoccupato
Questa voce è stata pubblicata in giornalettismi. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...