Un Vallo di talenti: l’Erba che anche sotto l’asfalto nasce, cresce e sorprende

erba

Giovanni, il canguro. Luca e Gianni, la musica nel Dna. Roberto, l’artista della videocamera.

Giovanni la voce. Luca la chitarra, Roberto il basso, Gianni la batteria.

Sono essenza di quell’erba che pur nelle difficoltà riesce a nascere, crescere, sorprendere. Quell’Erba che cresce sotto l’asfalto.

Giovanni Tierno, 36 anni, da San Pietro al Tanagro, Luca e Gianni Tramontano figli d’arte di chi la musica la fa conoscere da tempo, il maestro Bernardo e Roberto Panzella, cameraman di professione ma bassista nel sangue. Sembra che il suo ritmo nella vita sia come quello dello strumento che suona. Sono il quartetto che formano una delle band emergenti del Vallo di Diano: L’Erba sotto l’asfalto, appunto. A breve inizieranno una serie di concerti non solo nel Vallo di Diano ma dalle parti della capitale.

Volevo cercare di scrivere un articolo un po’ ricercato su quattro ragazzi, che hanno la Musica come seconda madre, che si incontrano e suonano, che creano e divertono. Ma poi mi sono imbattuto nella descrizione che fanno di sé. L’incipit mi tocca “copiarlo” perché meglio non saprei descriverli meglio di così.

“Siamo è il frutto acerbo d’un improbabile fine settimana dei Subsonica nel pollaio dei Verdena, passato ascoltando Smashing Pumpkins, e ingurgitando notevoli quantitativi di pizza fredda e bionde italiane del baretto di zio Peppe. Un ingegnere aborrito, un cameraman perseguitato, un giovane piacente di straordinaria avvenenza, un antipatico disadattato trentacinquenne senza arte né parte decidono, all’alba del 2013 particolarmente infausto, di voltare le spalle ad una vita fatta di colloqui-curriculum, schermi al plasma del cazzo, spazzolini elettrici rotanti, colesterolo sotto controllo, rc auto, mutuo, prima casa, giacca e cravatta, affettati in vaschetta, diritti siae, orari di ufficio, auto lavata, Halloween, pensione privata, esenzione fiscale, indulti e giubilei”.

Per poter capirne di più basta incontrarli, parlare con loro, bere una birra e ascoltare soprattutto le loro performance.  Quattro musicisti dentro prima che sul palco, una band all’antica, nel senso che vivono la Musica e la fanno vivere anche al di fuori di concerti e prove.

Ecco loro sono una delle ricchezze del territorio, del nostro territorio. Raccontare la musica, secondo me è impossibile. O almeno per me è impossibile. Ascoltateli, ballate, e si vi piacciono riascoltateli e ricominciate a ballare. Se non è il vostro genere, applaudite lo stesso, perché sudano (Gianni pure troppo), lavorano, soffrono e alla fine producono piccole perle.

L’Erba sotto l’asfalto è il nome giusto. Anche se nato quasi per caso (un viaggio a Siviglia e una band con questo nome), nel Vallo di Diano è il nome giusto. L’Asfalto del disfacimento, della trascuratezza e del non considerare giovani e talenti e soprattutto la Cultura rischia di distruggere sogni e progetti come quelli di questa band. Ma nel Vallo sono in tanti a resistere e crescere sotto l’asfalto. Ed emergere. Applausi.

A Roma si parte il 27 marzo al “Contestaccio”, il 28 a “Spazio Ebbro”, il 30 al “Localino”. Roma è troppo lontana? Allora vi aspettano il 20 aprile al Joyce Irish pub.

E, infine, ecco il link per scaricare uno dei loro primi lavori: http://www.diavolettolabel.com/?albums=lerba-sotto-lasfalto-lerba-sotto-lasfalto

 

Informazioni su La Mosca

Presunto(so) giornalista, in realtà disoccupato
Questa voce è stata pubblicata in Le storie. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Un Vallo di talenti: l’Erba che anche sotto l’asfalto nasce, cresce e sorprende

  1. Pingback: L’Erba sotto l’asfalto avvolge e sconvolge il Meeting del Mare | la Mosca del Mattino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...