La proposta seria: una tavola rotonda per Chernobyl

Perché i Comuni non si sono costituiti parte civili al processo? Potevano farlo? I Comuni e tutti gli altri enti o persone interessate – occorre ricordare – possono costituirsi parte civile solo a indagini terminate e non quando sono a conoscenza dell’indagine.  Quindi le attuali amministrazioni perché non lo fanno? L’Arpac cosa dice in merito?

Ma ancora altri dubbi mi assalgono sul caso Chernobyl. I terreni incriminati sono stati sottoposti a nuovi controlli? Sono solo quattro i Comuni del Vallo di Diano interessati o sono di più? Oppure di meno?

La bonifica prevista per la Terra dei fuochi è prevista anche nel Vallo?

E ancora tante domande al di fuori della logica propagandistica mi vengono in mente.

Non credo che si l’unico ad aver voglia di un confronto con amministrazioni, comitati, tecnici, cittadini e magari magistrati interessati.

Allora perché non convocare una tavola rotonda?

Informazioni su La Mosca

Presunto(so) giornalista, in realtà disoccupato
Questa voce è stata pubblicata in Sprofondo sud. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...